World Media

Dazi, l'Europa alza la voce con Trump: "Dobbiamo essere esclusi"

Share

"L'introduzione di dazi commerciali da parte del Presidente Trump - su acciaio e alluminio importati negli Usa -rappresenta una minaccia per le imprese ed i lavoratori europei". In questo contesto cercheremo di capire come muoversi sui mercati finanziari tra investimenti e trading.

L'Ue deve essere esclusa dai dazi in quanto partner degli Usa. Una via di risoluzione potrebbe essere quella indicata in una telefonata tra il presidente statunitense e quello francese Macron: la ricerca di modi alternativi per affrontare le preoccupazioni di Washington. La guerra commerciale con gli Stati Uniti infatti - secondo una analisi condotta dalla Coldiretti sulla base dei dati Istat - metterebbe a rischio 40,5 miliardi di esportazioni Made in Italy che hanno raggiunto nel 2017 il record storico grazie ad un aumento del 9,8% rispetto all'anno precedente. Questa la posizione della commissaria Ue per il Commercio, Cecilia Malmstroem, che su Twitter spiega: "Giornata di incontri a Bruxelles con il ministro dell'Economia e del Commercio del Giappone Seko Hiroshige e con il rappresentante Usa per il Commercio Robert Lighthizer".

E' intervenuta anche la Commissione europea che ha lanciato un duro monito. Le nuove tariffe - un 25% sull'acciaio importato e un 10% sull'alluminio straniero - entreranno in vigore in meno di 15 giorni, esentando per ora solo Canada e Messico i cui colloqui del NAFTA dovrebbero riprendere all'inizio del prossimo mese.

Share